Italian Master 2009

Tutto sul CISD 2009 e sul primo italian Master
Rispondi
Avatar utente
Alex
Amministratore
Messaggi: 578
Iscritto il: venerdì 19 marzo 2010, 16:34
Nome su webDiplo: Alex
Località: Verona
Contatta:

Italian Master 2009

Messaggio da Alex »

Grazie alla volontà di Luca Pazzaglia, il 2009 diplomatico si chiude con il primo Master italiano di Diplomacy.

Chiusa la classifica del CISD 2009, i primi 7 sono invitati a fare una partita secca tra di loro. In palio un coppone di tutto rispetto, e tanto divertimento con diplomazia eccelsa e tensione a palate.

Gi invitati in quel di Fossombrone sono:

Marco Ferrari
Giuseppe Salerno
Alex Lebedev
Leonardo Quirini
Luca Pazzaglia
Francesco Conte
Marcello Ciancio


Marcello da forfait e così viene chiamato in ballo Daniele Belardinelli.

Senza stare tanto a tediarvi, ecco subito il risultato finale:

1 Alex Lebedev - Francia - 12 centri
2 Marco Ferrari - Italia - 12 centri
3 Francesco Conte - Russia - 5 centri
4 Giuseppe Salerno - Inghilterra e Leonardo Quirini - Turchia - entrambi a 2 centri
6 Luca Pazzaglia - Germania - 1 centro
7 Daniele Belardinelli - Austria - 0 centri (eliminata nel 1903)

Ecco il file con tutte le mosse della partita.
Italian Diplomacy Master 2009.dpy
(23.33 KiB) Scaricato 566 volte
E alcune foto.

Questo è il trofeo :
coppa.jpg
coppa.jpg (30.69 KiB) Visto 6099 volte
Alcuni momenti diplomatici, compreso il tentativo di ubriacare alcuni giocatori con dell'ottimo vino:
diplomazia1.jpg
diplomazia1.jpg (14.27 KiB) Visto 6099 volte
diplomazia2.jpg
diplomazia2.jpg (17.66 KiB) Visto 6099 volte
vino.jpg
vino.jpg (44.61 KiB) Visto 6099 volte
Infine, il vincitore:
vincitore.jpg
vincitore.jpg (25.21 KiB) Visto 6099 volte
e l'ottima cena del dopo partita:
a cena1.jpg
a cena1.jpg (27.86 KiB) Visto 6099 volte
a cena2.jpg
a cena2.jpg (24.07 KiB) Visto 6099 volte
a cena3.jpg
a cena3.jpg (20.51 KiB) Visto 6099 volte
Immagine Immagine Immagine

Immagine
Alex Lebedev
Il segreto della politica? Fare un buon trattato con la Russia. - Otto von Bismarck
Avatar utente
Alex
Amministratore
Messaggi: 578
Iscritto il: venerdì 19 marzo 2010, 16:34
Nome su webDiplo: Alex
Località: Verona
Contatta:

Re: Italian Master 2009

Messaggio da Alex »

Comincio adesso a proporre i commenti a questo evento, così come sono stati scritti dai diretti interessati e da altri giocatori.

marcoferrari - Lebedev vince Manager | 2009-11-08 19:10:39
Ieri sera alle 19,40 si è cnclusa una bellissima partita, piena di adrenalina ma divertente, al 1909 Lebedev e io chiudiamo a 12 centri, io con l'Italia e ALex con la Francia, determina il vincitore il numero di centri al 1908 che aasegan la vittoria ad Alex che era a 9 contro i miei 8.
Segue commento.

marcoferrari - La partita (premessa) Manager | 2009-11-08 19:17:09
Tavolo di elevata qualità, anche se mancano altri 7/8 giocatori di spessore ma solo i primi 7 si affontano.
La partita è stata piacevole ed emozionante come non capitava da tempo.
Prima di cominciare avverto che sto affrontando un periodo di poca fortuna e che sono convinto che i guess game mi saranno nemici, mai profezia fu più veritera.
Il sorteggio è a bigliattini casuali, le due mani vergini sono le mie e quelle di Giuseppe, gli abbinamenti, in ordine di nazione, sono i seguenti :
Daniele Austria,
Alex Francia,
Luca Germania,
Giuseppe Inghilterra,
Io Italia,
Francesco Russia,
Leonardo Turchia,

Ho cattivi ricordi di io in Italia e Daniele in Austria, ma non bisogna lasciarsi condizionare.

marcoferrari - la partita (prima parte) Manager | 2009-11-08 19:31:05
Inizio con un giro di consultazioni a tutto campo, tutti che parlano con turri, nessuno che si sbilancia, io decido di fare VEN-TYR e ROM-VEN, ma non voglio dirlo, allarmeria Luca e potrei essere contarstato da Daniele.
Chiedo a Francesco di andare in GAL.
Alla primavera del 1901 vedo che Daniele muove VIE-BUD, non capisco il senso , Francesco mi dice che lo stesso Daniele gli ha detto di entrare in GAL, le altre mosse sono standard, c'è un movimento LVP-WAL che indica una precauzione da parte di Giuseppe.
La situazione nel mio settore mi pare buona, chiedo a Leonardo cosa intende fare dopo, lui è interessato ma non si sbilancia molto, mi dice che Daniele gli ha chiesto il supporto per andare in RUM, cosa che mi conferma anche Francesco e mi aggiunge che Daniele gli ha detto di entrare a VIE, a me dice che mi lascia TRI, devo rassicurare Luca che teme sorprese, ma lo rassicuro, Alex mi dice che la sua flotta entra in SPA (SC) e che poi costruirà, se gli riescono i 3 centri, una flotta a MAR, mi devo fidare e sperare che vada bene.
Non capisco cosa vuole fare Daniele, mi dice che mi lascia TRI se poi vado contro il francese, ma non vedo il guadagno.

Ho un po' di tentazioni, potrei chiedere a Francesco di fare GAL-BUD, di fare io VEN-TRI e con TYR andare a VIE, oppure di andare a MUN, ma come dicevo nelle presse, niente Guessing game! e vado sul sicuro TYR S VEN-TRI e VEN-TRI e ION-TUN.La risoluzione degli ordini rivela alcune sorprese, Francesco da SWE a Luca, Giuseppe tenta NTH-DEN, vanificato da KIE-DEN, il resto è nella norma, con Alex che prende i suoi 3 centri.

marcoferrari - la partita (seconda parte) IP:93.35.120.30 | 2009-11-08 22:41:14
Superato il primo anno ho a sud una situazione abbastanza difficile da capire, ho una buona intesa sia con Francesco che leonardo, separatamente tutti confermiamo che è pericoloso lasciar soppravivvere l'Austria, non riusciamo a capire cosa ha in mente e tutti temiamo una alleanza contro, non diamo spazio al povero Daniele che soccombe, cedendo pezzi a me e a Leonardo, io prendo SEB, BUD va alla Russia e la GRE alla Turchia, mi assicuro anche il controllo di ION che in un colpo di coda Daniele aveva cercato di contestarmi.
Più incasinata la situazione a nord, Alex sgombera un po' il Mediterraneo, Giuseppe, con l'Inghilterra manca di lucidità e viene messo un po' nell'angolo, Luca non sta giocando una delle sue migliori partite, ha dubbi e paure e i suoi timori sono che io posso attaccare alle spalle MUN, mi chiede un intervento contro la Francia, ma nessuno mi convince, se cambiassi il mio frontr mi esporrei ad un attacco da parte del turco e/o del russo e la partita potrebbe sfuggirmi di mano, preferisco avere buoni rapporti con entrambi ed in effetti le mosse sono tutte schermate, ad un certo punto, con una flotta a NAP (avevo lasciato ION per domostrare buona volontà a Leo) entro in TYN, ma faccio un bounce in WES e attacco a forza 1 GOL, concordado con Alex la mossa.
Per me è a sud che si decidono le miei sorti, concordato un bounce continuo in WES devo decidere cosa fare, Francesco mi propone una alleanza contro il turco, ma siamo messi male e non riusciremmo a fargli male, mentre la medesima proposta di leo mi trova più d'accordo, possiamo minacciare sia VIE che BUD, concordo così le mosse, con VEN-TYR mi posiziono per attaccare VIE ma riesco a prendere BUD da SER con TRI S SER-BUD, da TYR posso andare in BOH vista la sua inutilità, con Leo c'è l'accordo per crescere entrambi, io mi trovo avanti di un centro rispetto a lui e gli propongo di fare in primavere GRE-SER per poi fare SER-RUM, così che SER resti mia, ma qui, forse per la confusione, l'incomprensione o la voglia di avere lo stesso numero di centri miei fa compiere a Leo l'errore di non lasciare vuota SER, così andiamo a pari ma io decido che è ora di cambiare il gioco, Francesco mi asseconda e ci rivoltiamo, in cambio io sgombero BOH, Leo è preso in contrompiede, azzecchiamo le mosse e lo chiudiamo in angolo, salgo a 7 e poi a 8 centri, Francesco mi supporta bene e mi fa ben sperare.
A nord le cose sono molto cambiate, la Francia tradisce l'Inghilteraa è gli prende sia LVP che LON, controbilanciate dalla presa di BRE da parte dell'inglese,ci sono difficoltà da parte tedesca a gestire il russo e l'Inghilterra non è convinta a collaborare per fermare la Francia, i pezzi si intrecciano e si combatte a tutto campo, fino al 1907 Alex non scappa ma si è messo bene per giocare un ottimo 1908, che lo vedrà arrivare ai 9 centri che gli garantiranno la vittoria.
A nulla vale la mia lungimiranza che evito un attacco immediato a AEG per fare ION-EAS e NAP-ION con TUN S NAP-ION, concordando con Alex la fine del bounce e lo sgancio delle unità. Nell'autunno del 1908 faccio APU-SYR con ION C APU-SYR e EAS c APU-SYR, prendo anche SER con TRI S BUD-SER e BUD-SER, VIE-BUD completa, tagliamo anche RUM con GAL S UKR-RUM, UKR-RUM, peccato che Francesco faccia anche SEB-BLA, così RUM ritira in SEB.
A nord Giuseppe recupera l'alleanza con Alex e lo supporta bene a ridurre ulteriormente Luca, e Alex fa anche MAR-GAS.

Catan - Egli altri? Registered | 2009-11-08 22:48:15
Marco, o chi per lui, può publicare la classifica finale in base a i centri,e le eliminazioni in che anno?

per ora abbiamo un

alex a 13
marco a 13

e gli altri 5?
come si sono comportati?

Fulvio

marcoferrari - Ultima parte IP:93.35.115.141 | 2009-11-08 23:00:58
e veniamo all'ultimo anno, quando Leo pubblichera tutta la partita potrei verificare che ci sono degli errori nei ricordi, può capitare.
nella primavera del 1909 c'è una cosa strana, io, senza convinzione, convinto che Alex stia fermo faccio TUN-WES, ma Alex fa GAS-BUR e così SPA è buona preda per l'autunno, eerore grave di Alex e fortuna mia, improvvisamente mi appare la possibilità di vincere, ho a portata di mano diversi centri, è il classico guessgame, ma ho già anticipato nella premessa cosa so.
La mia situazione dopo la primavera del 1909 è la seguente A SMY, F EAS, F ION, F WES, A ALB, A SER, A BUL, A BUD ; la Russia ha F BLA, A RUM, mentre il turco ha F CON, F AEG, A GRE.
Le possibilità sono tante quello che faccio e che concordo con il russo sono F EAS S A SMY, A SMY S RUM-COS, F(RS) C RUM-COS, A(RS) RUM-COS, A BUL S A RUM-COS, A ALB-GRE, F ION S ALB-GRE, A SER S ALB-GRE, A BUD-RUM ed infine F WES-SPA(SC).Risponde bene Leo che fa F AEG-SMY, F COS S A GRE-BUL e A GRE-BUL, impedendo la presa di CON mi impedisce di prendere RUM e finisco pari ad Alex con gli effetti descritti.
Devo dire, per sincerita che al 1909 sondo Leo per sapere se mi può aiutare a vincere, lo dico con sincerità, Leo si rifiuta ma da al risultato maggior valore, forse poteva farlo da solo, ma non l'ha fatto, la domanda era lecita, non sarebbe stata la prima volta e non avrebbe inficiato il risultato finale, rafforza anche la posizione di chi ha supportato con fedeltà Alex per permettergli di vincere.
Il coppone, molto bello, va a Alex, vediamo il prossimo anno chi iscriverà il proprio nome sull'apposita targhetta.

marcoferrari - risultati finali Manager | 2009-11-08 23:01:43
Dovrebbe essere LEO che ha tutto a fare il pezzo.
Ciao
Marco

Francesco - Fossombrone-prima parte Registered | 2009-11-08 23:34:48
Ciao a tutti!

Di rocambolesco ritorno da Fossombrone (pare che Luca non scelga la data prima di essere sicuro dello sciopero generale dei treni) e prima di partire per un lungo viaggio, vi racconto il weekend per come l'ho vissuto, in attesa della seconda parte del racconto di Marco (al momento non è ancora stato pubblicato)

Prendo il treno a Roma alle 8, per incontrarmi alle 9 a Terni con Leo. C'è tanto tempo, si fa colazione con tutta calma, si cerca di perdere tempo in vari modi (sbagliando uscita della superstrada, ad esempio).. ma si arriva lo stesso alle 11.45, in tempo per salutare Luca ed accaparrarsi con prepotenza 4 tavoli lunghi (ci piace stare comodi); accanto a noi si svolge un torneo di Bang!. Puntuali arrivano anche Marco, Alex e Giuseppe; Daniele arriva più tardi a Fano, e Luca si sacrifica. Intanto, un pranzo improvvisato (almeno in teoria! La sala da pranzo dell'albergo è comoda, il cibo buono, la cameriera apprezzata), e si comincia per tempo.

Daniele in Austria, Alex in Francia, Luca in Germania, Giuseppe in Inghilterra, Marco in Italia, Leo in Turchia; a me tocca la Russia (per la prima volta! Sapete che non l'avevo mai giocata? alla faccia del tavolo esperto.. ^_^")

Considerazioni pre-diplomazia: guardo con molta diffidenza Daniele in Austria, mentre ho buone speranze tanto con Marco in Italia che con Luca in Germania (il duo Giuseppe - Alex ad ovest mi lascia presagire un Luca poco baldanzoso). Leo in Turchia, in questa condizione, devo studiarlo per bene. Ma dalla prima occhiata al tavolo punto su Marco: contro Daniele prima ed eventualmente Leo poi, e come baluardo contro una eventuale crescita di Alex, mi serve un Marco forte.

Il primo con cui parlo è Daniele, a cui propongo di non andare in Galizia, ma concentrarsi in altre zone; avverto sia Marco che Leo, ed entrambi mi suggeriscono di spingere, ma non si sbilanciano a loro volta; per convincerli evitando di essere l'unico aggressivo, torno da Daniele e propongo il bounce, ma con mia grande sorpresa mi sento rispondere: "Entra pure in Galizia, tranquillo!". Scrivo War - Gal, Stp(cs) - Bot, Mos - Ukr, Seb bounce in BLA concordato. Luca mi sicuro mi dà la Svezia, Giuseppe di sicuro cerca alleati lì a nord, mi viene in mente un'idea e la tengo per me.

Entro in Galizia, Daniele muove in Ser, Alb e uno stranissimo Vie - Bud.
Con mia gioia, Marco apre in Ven e Tyr. Leo si sistema con le armate, gli altri muovono per sviluppare i pezzi (un Giuseppe un po' titubante apre in Galles).

Prima sorpresa della partita: Daniele viene da me a propormi di prendergli Vienna, senza nulla in cambio; parlo con Marco e sento che a lui ha proposto di prendere Trieste, e ci coordiniamo per un morso a testa. Mi decido: offro a Daniele la Romania per metterlo tra me e Leo, sia lui che Leo accettano, intanto ho Budapest libera per l'anno prossimo. Con Marco siamo d'accordo per un fronte tranquillo, anche se forzatamente militarizzato, Leo è molto amichevole (spaventato dalla piega che prendono i Balcani).
Considero una situazione: immagino un Luca vs. Giuseppe, con Alex ago della bilancia; scelgo di sostenere Luca, ma non troppo di fretta, cercando di rallentare anche Giuseppe.
Quindi parlo con Luca: gli offro la Svezia ed un +3, io muovo in Baltico, lui è diffidente ma goloso, ed accetta. A quel punto vado da Giuseppe a proporre di prendere la Danimarca, perché io non intendo bouncare Luca in Svezia, e Giuseppe accetta. Il mio obiettivo è farmi amico Giuseppe perché voglio lasciare Stp libera (mi serve War perché non mi fido affatto a sud), ma devo sistemarmi meglio possibile perché massimo nell'autunno 1902 voglio mettere a posto sia me in Norvegia che Luca vicino. Luca è stranamente sospettoso di tutto (anche prima di Bal), e continuerà per tutta la partita nonostante un fronte piuttosto coeso.
Risultato globale: Luca prende la Svezia ma stalla in Danimarca, è preoccupato, gli espongo il mio piano, ed è un po' costretto a fidarsi. Prendo Vienna e lascio Romania, Marco a Trieste, Daniele in Serbia, Romania e Grecia con Budapest vuota. Ukr va in Gal. Tutto come sperato, buono.

Sciolgo le riserve a sud: prendo anche Budapest e dopo Romania a Daniele, Marco fa lo stesso in Serbia e Leo in Grecia: in due anni lo facciamo completamente fuori, e ci assestiamo su quelle posizioni.

A nord, tutto va come sperato: Giuseppe non entra in Stp, rimango fermo in Bal prima, poi supporto in difesa Luca mentre Giuseppe viene a chiedermi supporto in entrata in Svezia. Luca si sistema bene, Alex si decide a costruire il fronte contro di lui, costruisco F Stp(cn) e passo finalmente per la Svezia in primavera, prendendo la Norvegia. Lascio libera San Pietroburgo, ma con A Liv e A Mos, Giuseppe la prende per un turno.

A sud, la situazione è cristallizzata, e non è un bene. Marco e Leo si parlano sempre più spesso, io ho tolto un'armata di troppo dalle retrovie per portarla a nord, e decido di farmi amico Giuseppe (nel frattempo tradito ferocemente da Alex) e di dargli l'agognata Norvegia per un po'. Giuseppe non si fida, e sbaglia: mi tengo la Norvegia, va a 2 (con Brest che non può tenere) ed è senza alleati.

Sono ad 8 centri nel 1905, con Marco e Alex a 7, Leo a 5.

Luca, disperato, elabora il suo diabolico piano....!
Francesco - Fossombrone-seconda parte Registered | 2009-11-09 22:57:01
Il diabolico piano di Luca, all'inizio del 1906, viene messo subito in atto:

Pausa, e vino di visciole.

Ricomincio la partita in stato confusionale (scherzo, devo aver accusato la stanchezza di aver dormito poco! Ma da quel momento esatto in poi, è un macello).

E per questo, in effetti, forse devo chiedere scusa al tavolo. I miei errori negli ultimi tre anni sono grossolani, inspiegabili in parte, ed hanno rovinato un po' la partita, abbassando il livello che fino a quel momento era stato piuttosto alto (non tanto per quel poco che ne posso capire, ma dalle opinioni degli altri). Beh, scusate, il mio fisico ha ceduto di botto appena la concentrazione è scemata (per la pausa).

Ma veniamo nei dettagli: Leo e Marco si sono decisi ad invadermi, e c'è una parte che mi ero dimenticato di dire: Leo ha preso BLA! Io (ma potrei ricordare male) mi trovo con flotta in Seb e Nwy, e armate in Ukr, Rum, Bud, Vie, Mos, Stp. Mi preparo per resistere in trincea, sperando di aver chiuso il fronte nord con Giuseppe eliminato. E soprattutto, aspetto che arrivi Alex in Italia!!! Provo a fare una proposta a Leo, cioé: ti aiuto in attacco contro Marco, prendi tutto tu, appena arrivi ad 8 anche tu cominciamo a fare a gara fino a fine partita a conquistare centri. Sì perché io ero in condizione fantastica per attaccare Luca (in una mossa mi sarei presentato in Prussia, Silesia, Svezia), ma proprio non era il caso!

Alex, manco fosse Godot, l'ho aspettato tutta la partita in Piemonte. E' arrivato in Barents, porca paletta!

Sì, perché Giuseppe si comporta in modo estremamente intelligente: asseconda Alex e rinasce pian piano contro me e Luca; insieme accerchiano la Scandinavia (sono ovunque!). C'è da dire che Luca ha giocato in modo strano: sono andato a chiedergli mille volte di giocare insieme lì a nord, e la sua risposta è sempre stata "supportati". Insomma, fuggo nella sua Svezia, ma combino l'ennesimo casino non proteggendo San Pietroburgo con l'ennesimo misorder.

Ennesimo, perché commetto un macello dopo l'altro: ritirate errate (e scioglimenti dolorosi!), mosse concordate e non eseguite, misorders... uno stillicidio di idiozie.

L'idea nei Balcani era di resistere perdendo molto lentamente, facendoli agitare perché non guadagnavano abbastanza e continuando ad aspettare Alex (Aleeeeex!!!) in Piemonte, e possibilmente perdere e prendere province in modo tale da lasciarli sempre con molte province adiacenti tra di loro e metterli contro. La sola idea mi fa sorridere, perché sbaglio tutto: ordini, supporti, ritirate, in un'implosione pazzesca.
Mista c'è un po' di sfortuna, perché Leo e Marco non sono poi così coesi, e ascoltano sempre. Così, dopo il primo tradimento (perse Rum e Bud, mi pare), parlo con entrambi e concordo il tradimento, mi fido di Leo e sbaglio: Marco mi supporta, io gli vado contro, Leo mi ciula.
Cambio: mi fido di Marco, Leo mi supporta (e mi attacca assieme), io gli vado contro, Marco mi ciula.

Sbaglio gli ordini, non copro Stp - sono a 4 centri.

A quel punto, prendo una decisione figlia di un'analisi diametralmente opposta a quella di Leo, che infatti non si capacita.
Se Marco avanza (e con Marco ho giocato tutta la partita), io posso sperare che Alex arrivi, per recuperare qualcosa e... beh a quel punto vince Alex, ma intanto, come dire, ci provo.
Se avanza Leo, padrone del Mar Nero, io sopravvivo sicuramente (posto che Leo mi rimanga fedele notando che Marco non tracolla), ma non ho speranze di andare tanto in là con un turno solo, per arraffare centri e sperare in qualcosa. Leo mi propone un Gal - Boe e Ukr - Gal, cioé spostare i miei ultimi carri in mezzo a Marco, sperando nella sua buona fede.

Perciò, vado da Marco e sono sincero a metà: visto che abbiamo giocato benissimo e che penso che meriti più di Alex che, chiama chiama non risponde e poi mi attacca, attacchiamo Leo! Probabilmente vinci, ma... chissà che non arrivi Alex?

Faccio l'ennesima cacchiata, mentre attacco Leo scrivo un incomprensibile Seb - Arm mentre lo sto attaccando in Romania! E Leo ritira a Seb, giustamente. Mi riprendo Seb e ricomincio ad attaccare Leo (non poteva fare altro che fidarsi, e lo tradisco per l'ultima volta), almeno posso permettermi di salire su a riprendermi Stp, mentre prendo BLA, metto Marco in condizione di prendersi all'ultima primavera Gre e Bul, e (ahimé), si arriva all'ultimo guessing game, in cui devo decidere se sbarcare ad Ankara e Costantinopoli da Rum, dove entrerebbe Marco. Scelgo Cos, e sbaglio (Leo difende benissimo). Marco va a 12 (prende Spagna in maniera un po' così, come ha detto anche lui), ma anche Alex va a 12 prendendo i centri di Giuseppe, ed avendo chiuso l'anno prima in vantaggio, vince il trofeo (una coppa più grande di lui).

Alex 12
Marco 12
Francesco (cioé io!) 5
Giuseppe 2
Leo 2
Luca 1
Daniele fuori nel 1903

La partita è stata bella fino ad un certo punto, comunque divertente. Ha vinto il giocatore più costante, Alex, che ha mantenuto il suo fronte e ha tradito solo una volta il suo alleato ma in modo estremamente efficace. C'è da dire che Alex e Marco non si sono MAI attaccati, e chiunque dei due avesse vinto, l'altro sarebbe stato il primo colpevole e il primo sconfitto. Così è stato, anche se il secondo posto per un pari merito svantaggioso è veramente una beffa non da poco.

La partita non è stato tutto, nel weekend. Registriamo Daniele che, eliminato, riprende il pullman e se ne va, ma soprattutto la cena! Tutti assieme con i tavoli del Bang! (ma molti non ho capito chi fossero, sapete? Ora posso dirlo!) in un locale in cui io ed Alex ci siamo dati veramente da fare. Bono! E una bella atmosfera, con tutti molto allegri.

La sera non si può raccontare, tranquillo Giuseppe, resta tutto tra noi.

La mattina, come detto approfitto del Marco-taxi per farmi portare alla stazione, ma... ta-dan! Sciopero generale dei treni fino alle 9. Il Marco-taxi mi porta gentilmente a Bologna assieme ad Alex, dove prendo il primo treno disponibile. Alex spero abbia fatto altrettanto, o forse sta ancora lì, boh!

Grazie a tutti, bel torneo, migliorerò (spero!)

Francesco

marcoferrari - Brainstorming IP:93.35.112.240 | 2009-11-09 09:25:18
ieri mentre andavamo a Bologna abbiamo fatto un brainstorming di elevato livello, così poi lasciati Francesco e Alex a Bologna abbiamo continuato io e Giuseppe a parlare, a casa, forse l'indigestione di valutazioni mi ha tormentato.
Stanotte mi è venuta, un po' tardi, posso cambiare gli ordini comunque? la mossa che avrei dovuto fare, fate riferimento alla mia precedente, F ION-GRE, A ALB S F ION-GRE, F EAS-AEG, A SMY S A BUL-COS, A SER-BUL, A BUD-SER, F(RS) BLA S A BUL-COS, A(RS) S A SER-BUL.
Tenuto conto che i 3 centri che dovevo prendere erano GRE,BUL e SMY, non c'era modo per Leo di contrastare l'operazione, se qualcuno può smentire e dire quali potevano essere le mosse turche per contrastare le mie mosse giuste lo ringrazio in anticipo.
Ovviamente se mi date buone le mosse consegnate in ritardo vinco per un centro!

Alex Registered | 2009-11-09 09:31:05
intanto fatemi vanificare una notte insonne:
A questo punto cambio anche io le mosse e faccio F Bar - Nor con F Sve S F Bar - Nor, andando a 13 anche io.
a breve pure il mio commento.

fenix71 - Risultati online Administrator | 2009-11-09 10:09:08
Risultati aggiunti, mi è spiaciuto non esserci ma non sono mica forte come voi :-)
Immagine Immagine Immagine

Immagine
Alex Lebedev
Il segreto della politica? Fare un buon trattato con la Russia. - Otto von Bismarck
Avatar utente
Alex
Amministratore
Messaggi: 578
Iscritto il: venerdì 19 marzo 2010, 16:34
Nome su webDiplo: Alex
Località: Verona
Contatta:

Re: Italian Master 2009

Messaggio da Alex »

Alex - Commento Alex 1 parte. IP:85.36.106.10 | 2009-11-09 10:14:48
Premessa.
La giornata inizia presto: sveglia e treno fino a Modena, dove gentilmente vengono a prendermi Marco e Giuseppe. Facciamo il viaggio insieme ed arriviamo giusto in tempo per il pranzo. Tempismo perfetto. Mentre mangiamo, aspettiamo Daniele, e quando arriva ance lui siamo pronti per cominciare il primo master italiano di Diplomacy. Un grandissimo grazie a Luca Pazzaglia per l'organizzazione e all'associazione Gimagiokè per il trofeo veramente bello.

La Partita.

Assegnate le potenze (non le ripeto, ci sono sopra), inizio a sondare i vicini e lontani sulle loro intenzioni.
Il primo turno evidenzia la cautela di tutti i giocatori, quindi riesco facilmente a concordare Borgogna, Manica e Piemonte libere e apro in Mao e Spa con una capatina in Piccardia per dire la mia sul Belgio in autunno.
Daniele è subito pressato da Italia e Russia, ma ci sono troppe voci discordanti in giro e io sono troppo lontano per dovermene occupare a fondo.
In autunno nessuno vuole lottare per il Belgio, Luca dice che deve coprire Monaco (andrà poi in Olanda). L'Austria perde Vienna e Trieste, ma entra in Romania con aiuto turco e costruisce pure! La fine del primo anno mi vede a 6 centri con la flotta in Spagna (cs), con Giuseppe che blocca Luca in Danimarca e Francesco nel Baltico, che guarda sornione.
Costruite due flotte e A Par, sto calmo per tre anni, manovrando le mie 3 flotte per non infastidire nessuno e cercando di coprire bene con le armate. Con l'Italia si raggiunge un ottimo compromesso, che consentirà prima a Marco e poi a me di sguarnire il confine senza preoccuparsi molto di un attacco da parte dell'altro.
Giuseppe e Francesco, dopo aver bloccato Luca, non si accordano sul futuro, ed anzi, nell'inverno 1902 vediamo spuntare una bella flotta a StP (cn) che la dice lunga.
Finché rimango a 6, la Russia, dunque, prende la Norvegia, e a sud sparisce l'Austria.
Mi decido a questo punto di collaborare con Luca contro Giuseppe. Per il futuro è nei piani una gita amichevole nei mari del sud, se Marco si espande troppo, con Luca che dovrebbe andare ad est.
Francesco è statico a nord e questo ci avvantaggia: Luca entra nel mare del nord (ma rinuncia a prendere Edi)e io riesco ad occupare sia Liverpool che Londra, a costo di perdere Brest.
Dopo l'inverno, messo bene per la ripresa di Brest, Giuseppe mi parla, e per fortuna, prendo la decisione più difficile di tutta la partita.
Accetto di aiutare Giuseppe e di farlo costruire a scapito di un mio centro, e mi schiero contro Luca.
Le mosse sono splendide e riescono tutte benissimo:
F Lvp - Cly e poi lo stallo in Edi con Luca;
F Lon - Yor e poi l'appoggio per far riprendere Nth a Giuseppe;
F Ech prima convoglia A Bre - Lon e poi entra in Nth con mio appoggio;
Il trenino A Bur - Ruh e A Mar - Bur in autunno completa lo schieramento. Perdo un centro, ma Giuseppe costruisce una flotta in Edi e insieme siamo messi benissimo. Speriamo che regga.
Qui Luca tenta di distrarci con del buonissimo vino (e ci riesce), quindi finisco qui la prima parte del commento.

Alex IP:85.36.106.10 | 2009-11-09 12:01:49
finita la pausa, più allegri e spensierati che mai, ricominciamo con le botte.

inizia il 1906 e io e Giuseppe cominciamo a raccogliere quanto abbiamo seminato: ci teniamo stretto il Mare del Nord e sbarchiamo una bella armata inglese in Olanda. A questo punto, ripresa Londra, potrei anche cominciare a pensare alla spedizione nel mediterraneo, ma visto che nei Balcani le cose non evolvono rapidamente, decido di aspettare. Nessuno dei tre (Russia Turchia Italia)riesce a prevalere sull'altro, e questo non fa che avvantaggiare noi nel nord, che siamo messi benissimo, compatti e Luca con Francesco non si parlano molto.

1907

L'anno passa con noi che cerchiamo di entrare nello Skagerrak. In primavera Giuseppe è bloccato ed è costretto a ritirare nella Manica dalla mia F Lon - Nth che seguiva. Nell'autunno, le flotte francesi avanzano e sono sia nello Ska che nel Barents, mentre Giuseppe rientra nel mare del Nord. Non ricordo se alla fine dell'anno sono in vantaggio di centri su Marco o meno, ma avendo Brest ancora inglese a portata di mano decido di non preoccuparmi più di tanto.

1908.

Anno veramente proficuo, che getta le basi della vittoria (andrò a 9 centri contro gli 8 di Marco). Mi coordino con la Russia, appoggiando Francesco in Svezia mettendo così una pietra definitiva sopra la collaborazione russo-tedesca, mentre Giuseppe fa A Hol - Nor con mio supporto da Bar.
Affondo anche il colpo su Monaco ed entro in Olanda, mentre Giuseppe si assicura Norvegia e StP (grazie ad un errore di Francesco). Sono a 9, mentre a sud, finalmente Marco sembra essersi accordato con la Russia e attacca deciso Leonardo.

1909

L'anno dell'altalena. Dalle stelle alle stalle e viceversa nel giro di due turni. Inizio sereno avendo Brest nella manica, da tirare fuori se le cose si mettono male. Luca e Francesco non si parlano più, Marco è impegnato tutto contro la Turchia e non ha più tempo di attaccarmi, Giuseppe sembra non voler cambiare le cose e prosegue la collaborazione con me. Queste sono le stelle.
Alle stalle ci arrivo dopo la primavera con un'unica mossa: A Gas - Bur.
Marco fa F Tun - Wes(prevedibilissima; però avevo pensato senza verificare, che non poteva attaccarmi) e passa virtualmente in vantaggio. Siamo 8 a 9 e io sono un pirla galattico.
Con le altre mosse della primavera entro in Svezia e a Kiel (con Brest sempre lì se serve), mentre Marco mi spaventa entrando in Bul, Smy e tenendo la Grecia in pugno. Quindi, fatti i conti, mi serve un altro centro per pareggiare. Decido di tentare con la Danimarca invece della Norvegia ( Francesco dice nel suo commento che vinco prendendo i centri di Giuseppe, ma da lui prendo solo Brest; tutti gli altri li raccolgo da Francesco stesso e da Luca). Con il senno del poi, potevo tentare sia Norvegia che Danimarca insieme, ma non avevo proprio visto la possibilità di Marco di prendere la Romania, se Francesco avesse indovinato il guessing game su Ankara o Costantinopoli (qui ho avuto una fortuna sfacciata dopo un altro grave errore di valutazione).
Insomma, leggiamo i miei ordini prima degli altri e c'è ancora tempo per vedere un inflessibile Marco bocciare il mio tentativo di cambiare un ordine non scritto per la fretta : volevo fare A Ruh - Kie, ma non ho scritto niente. Ho chiesto che fosse accettato l'ordine visto che nessun altro ordine è ancora stato letto, ma Marco ci spera e quindi non mi concede di cambiare: il terzo errore in due turni mi mette un cappio al collo.
Poco male, perché si scopre che quella mia dimenticanza era quello che ci voleva, perchè lascio entrare Luca in Kie senza bounce e la mia A Bel - Den non ha neanche bisogno di appoggi dalla Svezia (che poteva essere tagliata da Francesco).
Incredibilmente volo a 12 e dopo aver ricontato i centri per 6 volte, posso tirare un bel sospiro di sollievo.

Conclusione.

Bella partita. Aperta e combattuta, a parte alcuni errori (anche miei) è stata di un alto livello, con cambiamenti di fronte e indecisione fino alla fine: nel 1907 eravamo tutti lì come numero di centri.
Fa piacere anche essere stato premiato dalla campionessa italiana del mitico Bang!, e la conclusione è un'ottima cena che questa volta riesco a finire. Mi sono preso la rivincita!
Un grazie a tutti i partecipanti, e spero di vederci anche l'anno prossimo.
Post scriptum.

Tanto è bravo Luca nell'organizzare tutto, quanto è sfigato per la scelta della data. Per il secondo anno consecutivo, rimango bloccato a metà strada con uno sciopero dei treni che non finisce più. Arriverò a casa alle 20:30 dopo aver passato 6 ore alla stazione di Bologna con un coppone immenso sotto braccio che attirava molti sguardi curiosi! ma io me la tiravo e facevo il misterioso...

Catan Registered | 2009-11-09 14:27:13
Andata come pensavo alla fine.
dopo la lettura del commento di marco
con alex finiti a 13 punti.
con francia e italia.
Credevo che francesco con la russia fosse arrivato ad un terzo posto tranquillo con piu centri.

l'italia avrebbe sicuramente preso gran parte dei suoi centri in turchia e austria,
mentre la francia in germania e gran bretagna.

quindi oggettivamente mi aspettavo un russo finente a 8-9 centri, appoggiando un pò a sud e un pò a nord e sbocconcellando qua e là.

evidentemente frà forse come dici tu la pausa ti ha un attimo confuso.

oppure tu hai il calo come andrea, che invece che al 1905 lo hai al 1907.


per il resto da come la raccontate sembra che sia stata una partita divertente.

Dispiace non esserci stato, cercherò di guadagnare il mio posto del 2010


Fulvio

Leonardo - Italian Master - Leonardo IP:88.56.77.53 | 2009-11-09 17:50:23
Ciao a tutti,

si, e' stata una bellissima partita. Grazie a Luca per averla organizzata ed agli altri (oltre che a lui) per averla giocata. E' stata veramente una bella giornata.

Rimando il mio commento completo a quando avro' qualche tempo in piu', per ora mi limito a parlare di quello che e' il passaggio piu' importante (per me) del resoconto di Francesco. Premesso che l'idea migliore era la mia , provo a spiegare soprattutto a Francesco cio' che intedevo dire.

La situazione, al punto descritto sotto da Francesco, era di 8 centri Italia, 6 centri Turchia, 5 centri Russia e tre anni al termine. Dall'altra parte, la Francia aveva 8 centri. Per cui, assoluto equilibrio (come e' logico che sia in partite come queste).
A quel punto, la mia proposta era di attaccare Marco togliendo lui centri in Austria (io in zona Ser, Francesco in zona Bud/Vie).

In questo modo si sarebbe tornati tutti sui 6-7 centri e possibilita' di vittoria equilibrate. Aiutare l'Italia SENZA togliere lui centri invece e' una linea che preclude qualsiasi possibilita' di vittoria (a me in primis in quanto attaccato ma alla stessa Russia in quanto "esecutore controllato"). E' chiaro, questa cosa farebbe comodo anche a me, ma e' l'unica strada per avere qualche possibilita' di vittoria per lui. Aiutare l'Italia a crescere ulteriormente, sperando solo su un'armata in Piemonte e in non si sa cosa altro e' sbagliato anche da un punto di vista numerico delle unita'.

Francesco ha scritto:

A quel punto, prendo una decisione figlia di un'analisi diametralmente opposta a quella di Leo, che infatti non si capacita.
Se Marco avanza (e con Marco ho giocato tutta la partita), io posso sperare che Alex arrivi, per recuperare qualcosa e... beh a quel punto vince Alex, ma intanto, come dire, ci provo.
Se avanza Leo, padrone del Mar Nero, io sopravvivo sicuramente (posto che Leo mi rimanga fedele notando che Marco non tracolla), ma non ho speranze di andare tanto in là con un turno solo, per arraffare centri e sperare in qualcosa. Leo mi propone un Gal - Boe e Ukr - Gal, cioé spostare i miei ultimi carri in mezzo a Marco, sperando nella sua buona fede.


L'errore di valutazione che fai, Francesco, e': "SE MARCO AVANZA [...] MA INTANTO, COME DIRE, CI PROVO". Se Marco avanza, poi ha talmente tante unita' che bene che ti va non riesci ad avanzare e se solo vuole ti prende anche i tuoi centri. La riprova sta nel fatto che alla fine non solo non hai conquistato suoi centri, ma non hai avuta neanche la possibilita' di farlo.

Se riduciamo Marco, invece, e' comunque dura, ma intanto con 7 centri si gioca meglio che con 5 e poi puoi sempre "contare" sui miei centri da rubare, agli ultimi turni. Dal tuo punto di vista conveniva mantenere l'equilibrio piuttosto che far crescere un avversario e sperare in una Francia lontanissima.

Inoltre, per inciso, ogni volta che vedo partite del genere che finiscono con uno o due vincitori con un sacco di centri sono convinto che almeno uno non ha giocato benissimo.

Mi riferisco anche alla partita di Giuseppe, che una volta attaccato da Alex nei primi anni, anziche' allearsi con Luca e chiedere aiuto a Marco per ribilanciare la situazione, ha preferito allearsi con Alex e rimanere ad un numero basso di centri per tutta la partita garantendosi la sopravvivenza. In una partita in cui il piazzamento non conta, questa e' stata una politica sbagliata da seguire; piuttosto, era il caso di riequilibrare la situazione (gia' sbilanciata comunque causa il +3 francese al primo anno), dato che tutti al tavolo erano in grado di capire quanto fosse piu' importante l'equilibrio rispetto al tenere il muso per un tradimento subito (tradotto, Luca sono sicuro avrebbe giocato con Giuseppe per andare contro Alex nonostante il tradimento inglese nei suoi confronti).

Ma il bello di Diplomacy e' che ognuno ha ragione, secondo lui

Ciao,

Leonardo

P.S. Entro un paio di giorni metto on line le mosse.

marcoferrari - una domanda a Leo Manager | 2009-11-09 17:42:46
Leo, scusami, ma cosa intendi dire quando dici :
Inoltre, per inciso, ogni volta che vedo partite del genere che finiscono con uno o due vincitori con un sacco di centri sono convinto che almeno uno ha giocato in maniera non corretta. ?
Credo che tutti abbiano giocato in maniera corretta, poi chi fa meno sbagli magari vince, ma penso sia sbagliato usare il termine che hai usato, getta una piccola ombra sulla partita.
Specifica meglio e cancella le ombra!
Grazie.
Marco

Leonardo - re: una domanda a Leo Administrator | 2009-11-09 17:47:43
marcoferrari ha scritto:
Leo, scusami, ma cosa intendi dire quando dici :
Inoltre, per inciso, ogni volta che vedo partite del genere che finiscono con uno o due vincitori con un sacco di centri sono convinto che almeno uno ha giocato in maniera non corretta. ?
Credo che tutti abbiano giocato in maniera corretta, poi chi fa meno sbagli magari vince, ma penso sia sbagliato usare il termine che hai usato, getta una piccola ombra sulla partita.
Specifica meglio e cancella le ombra!
Grazie.
Marco


Giusto Marco, perdonatemi tutti.

Il "non corretto" va inteso come "non benissimo". In una partita in cui il Balance of Power dovrebbe essere l'unico pensiero, giocare senza questo principio in mente e', a parer mio, un errore. E' chiaro che alla fine qualcuno deve vincere e deve prendere un po' il largo, ma questo non dovrebbe accadere dall'inizio o subito dopo e, se accade, il tavolo dovrebbe reagire di conseguenza.

Modifico anche il mio messaggio originale, non volevo assolutamente gettare ombre su una bellissima partita, ci mancherebbe.

Scusate ancora,
Leonardo

Francesco - Rispondendo a Leo Registered | 2009-11-09 18:33:35
Leo, il discorso che fai è (ed era) ineccepibile. Ad esso, però, ribatto con quello che mi è saltato in mente nel momento in cui ho valutato.
Se Alex fosse giunto, Marco non avrebbe potuto mantenere la sua potenza nei miei confronti: sarebbe stato forzatamente attirato verso ovest. Di contro, il discorso sarebbe valso anche per te, ma con la situazione ballerina che avevo anche a nord, figlia dei miei precedenti errori, aiutare anche te a venire su avrebbe potuto seriamente dire consegnarti in mano la vittoria (a seconda di Alex). Perché tu avresti avuto, che so, 7 centri, ma tutti INATTACCABILI (considerando Marco ridotto a mal partito); io invece no - non era un discorso di numeri, ma anche e soprattutto di posizione. E nessuno, ma proprio nessuno, mi garantiva che non ci avresti provato - ero semplicemente il tuo secondo fronte, nel mio caso era impensabile tradire te mentre attaccavo Marco - con Alex e Giuseppe a nord che mangiucchiavano. Agendo così, indebolendo Marco, avrei al 100% consegnato la vittoria ad Alex (a quel punto, eliminato Marco dalla lista dei diretti concorrenti, non gli sarebbe rimasto che puntare all'Italia mentre Marco teneva i suoi centri ad est con tutto quello che aveva) oppure a te. Affinché io avessi avuto la minima possibilità di vincere, a mio parere, avrei dovuto indebolire te (ricostruendomi un fronte coeso) e sperare in uno scontro tra quei due: una speranza vana, a posteriori, ma secondo me non a priori. E non è stato un pensiero arrivato nel 1907: era una considerazione già nel 1903, quando i giochi erano chiari e si sapeva che si sarebbe arrivati così.

fenix71 - considerazioni finali Administrator | 2009-11-09 21:59:26
Meno male che il trofeo è rimasto al nord, come dovrà rimanere per gli anni a venire!

Francesco - ...il nord! Registered | 2009-11-09 22:42:30
Dovrò cominciare ad eliminare fisicamente qualche giocatore nordico, per aumentare le chance di portarla più giù? Da chi comincio, Daviduccio?

(chi ha votato il tuo post?)

cranberry - Commento Luca Manager | 2009-11-10 01:06:31
Non so se faccio bene a scrivere il mio commento su Roma perchè temo che andrò a gettare benzina in un fuoco già acceso ma siccome non mi va di tenermi peli sulla lingua scriverò tutto quello che penso a costo di passare da paranoico. Partito con la nazione meno gradita mi trovo subito ad affrontare un'ostile inghilterra di Giuseppe e una poco amichevole Francia che appena può si prende la Borgogna. La Russia di Francesco si professa invece mia amica "donandomi" la Svezia nel 901 ma poi informa Giuseppe della mia mossa il quale mi rimbalza in Danimarca. Alla fine dello stesso anno mi ritrovo pure con una flotta russa sul baltico e già prevedo scenari funesti.Fortunatamente Francesco mantiene la parola data e mi supporta la danimarca in una stagione cruciale. Da li passo all'offensiva contro l'ostile Giuseppe arrivando prima a far prendere la norvegia al russo e poi prendo il mare del nord. Nel frattempo Alex decide di tradire l'Inghilterra e gli prende in una sola stagione Londra e Liverpool. Alla fine del 1905 mi capita una ghiotta occasione di prendere Edimburgo ma decido di non attaccare per non indebolire troppo l'inglese. Probabile errore. A sud intanto Marco e Leo avanzano. Suggerisco ad Alex di spostare le flotte nel mediterraneo ma lui preferisce attaccare me. A quel punto vado a parlare con Giuseppe (aveva ancora 3 centri) offrendogli un alleanza contro il francese per riequilibrare la partita. E qui arriva la sorpresa! Giuseppe non vuole allearsi con me, mi dice chiaramente che preferisce aiutare Alex in quanto ha trovato "un accordo" con lui. Premetto che Alex era già a 7 o 8 centri io a 4 e Giuseppe a 3. Eravamo nel 906 e mancavano più di 3 anni ala fine. Ora io mi domando e dico: in una partita in cui conta solo vincere che senso può avere la risposta di Giuseppe??
Premesso che fino a quel momento:
- mi ero solo difeso da Giuseppe e non gli avevo preso un solo centro;
- Giuseppe aveva subito un pesante stab da Alex che lo aveva ridotto al lumicino;
- io avevo rinunciato a prendergli Edimburgo per non indebolirlo ulteriormente;
- l'unica possibiltà di Giuseppe di sperare in una vittoria era indebolire il più forte con il mio aiuto;
- se anche non avesse vinto si sarebbe preso comunque una "vendetta" nei confronti di colui che lo aveva tradito impedendogli a sua volta di vincere.

Dunque aveva 1000 ragioni per combattere la Francia eppure la risposta fu un no secco.

Mi sono dato due possibili spiegazioni ad un simile sconsiderato comportamento:
a) Giuseppe non aveva ancora capito "lo scopo del gioco" nel Master.
b) Fra loro c'era un più o meno tacito accordo preventivo del tipo "comunque vada chi è messo meglio ad una certa data l'altro lo aiuta".
Spero che Giuseppe ci illumini sull'argomento. Sta di fatto che il suo modo di giocare ha condizionato pesantemente tutta la partita, da lì in avanti Alex ha avuto vita facile ad avanzare e solo un'errore all'ultima mossa ha messo in dubbio la sua vittoria sul finale. Niente da dire ovviamente sulle scelte tattiche e strategiche di Alex che sono state ineccepibili.

Per il resto direi tutto abbastanza bene, credo siamo stati bene, il 1° master è stato un successo.
Luca.

marcoferrari - una valutazione IP:93.35.117.7 | 2009-11-10 09:17:22
dai discorsi, fatti e scritti, può apparire da parte di molti, strano il comportamento di più di un giocatore nel corso della partita.
Credo che tutti aspicassero uno scontro tra Italia e Francia, sicuramente avrebbe dato ampie possibilità ai sopravvissuti di rientrare in gioco, ma credo che questa giusta aspettativa era ben compresa da me e da Alex, se ci fossimo scontrati sicuramente non avremmo vinto, avevamo fronti troppo scoperti ed entrambi avevamo alle nostre spalle giocatori forti. Per contro un affondo prima contro uno dei due avversari, che sia io che Alex avevamo, avrebbe rischiato di aprire un fronte che scopriva il lato comune, è ovvio che se io o Alex avessimo dovuto ritirare per necessità le flotte di TUN e di GOL l'altro ne avrebbe aprrofittato, ma la partita è stata gioata in difesa, Alex ha fatto un errore nella scrittura finale degli ordini, io non ho visto la mossa giusta per vincere.
Confermo l'ottima riuscita della manifestazione, l'anno prossimo vedo più lotta per esserci e ci saranno solo in 7 e solo 1 vincerà, aspetto di evdere la storia della partita, con tutte le mose che Leo dovrebbe pubblicare, potrà essere propedeutica per molti.
Marco

cranberry - Una valutazione 2 Manager | 2009-11-10 09:42:52
Marco, a me l'unico comportamento strano mi è parso quello di Giuseppe, tanto che mi piacerebbe avere una spiegazione da lui. Sul fatto che tu ed Alex non avete guerreggiato bontà vostra, avevate entrambi un alleato minore che vi spalleggiava e ne avete giustamente approfittato. Secondo me l'unica colpa di Francesco è stata quella di non aver "letto" bene la partita. Era chiaro che fra Italia e Francia non ci sarebbe stata la guerra e se lui voleva avere una chance di vittoria avrebbe dovuto riequilibrare il gioco aiutando Leo. Se ricordi bene, Francesco, ti dissi queste parole nel 907. Ma del senno di poi sono piene le fosse.
Leonardo - re: Ultima parte IP:89.97.252.242 | 2009-11-10 11:41:40
marcoferrari ha scritto:

Devo dire, per sincerita che al 1909 sondo Leo per sapere se mi può aiutare a vincere, lo dico con sincerità, Leo si rifiuta ma da al risultato maggior valore, forse poteva farlo da solo, ma non l'ha fatto, la domanda era lecita, non sarebbe stata la prima volta e non avrebbe inficiato il risultato finale, rafforza anche la posizione di chi ha supportato con fedeltà Alex per permettergli di vincere.


Marco,

adesso invece te la chiedo io una spiegazione, perche' non ho capito la parte qui sopra, in particolare il grassetto

In quel passaggio (era l'ultimo turno di gioco) non mi andava di "regalare" due centri al mio nemico. Alla fine farlo non avrebbe cambiato ovviamente la mia partita ma "solo" il risultato finale: tu hai fatto benissimo a chiedermelo ma alla fine ho anche optato per il "giocatevela".

La differenza sostanziale con il comportamento di Giuseppe (al quale credo tu ti riferisca alla fine del paragrafo) e' che io ho fatto questa cosa solamente all'ultima stagione di gioco, non prima.

Ciao,

Leonardo

cranberry Manager | 2009-11-10 11:56:17
In effetti Marco non l'ho capita nemmeno io questa frase. Chi e che cosa poteva fare da solo e non ha fatto?

Alex - risposta a Luca (una valutazio IP:85.36.106.10 | 2009-11-10 11:50:11
Aspettando Giuseppe, cerco di dare anche un mio punto di vista con preferenza sull'analisi dei rapporti tra Francia Inghilterra e Germania, visto che Luca non tiene conto della conseguenza di alcune sue mosse, della mia diplomazia e della situazione sul tavolo (vedi i continui riferimenti a me come all'unico pericolo del tavolo; certo, a posteriori pare ovvio tutto ciò, ma in realtà sono primo nel 1901 e poi solo nel 1908 e nel 1909 ! Dal 1902 al 1907 sono altri i leader)

Autunno 1901 - la Francia, poco amichevole verso la Germania, costruisce due flotte, con una già in Spa(cs).
Non mi ricordo quando ho preso la Borgogna, ma forse nell'autunno del 1902 o più tardi. E di certo non ho fatto nessuna mossa ostile verso la Germania fino al 1905.
Autunno 1903 - Vista la collaborazione russo tedesca contro Londra, accetto la proposta di Luca e attacco pure io Giuseppe. Mi porto in Iri e Ech con le flotte.
Primavera 1904 - prendo Lvp e Lon, mentre Luca entra in Nth. Giuseppe ritira in Ech e ha vita facile con Brest.
Autunno 1904 - Luca NON prende Edi (è nel 1904 che hai avuto l'occasione di prendere Edi, non nel 1905 come hai scritto). Di certo è per non indebolire troppo Giuseppe, ma dove stanno le unità inglesi? In Ech e Bre. Dopo avermi convinto ad attaccare Londra (sono il cattivo), gli lascia due unità nelle mie retrovie (è il buono), e ci metterò un tot a liberarmene. Bell'alleato. Che fare? Accettare il "suggerimento" di Luca di andare nel mediterraneo? Con lui che tiene in vita Giuseppe? ;) Con A Bre e F Ech inglesi? Luca, sul serio non capisci perchè non ci sono andato?
Primavera 1905 Parlo con Giuseppe. Da qui in avanti farò di tutto per guadagnarmi e tenermi la sua fiducia. L'unica cosa che lui non vuole è quella di fare la parte del rompighiaccio. Quindi per lui è preferibile tornare verso la patria piuttoto che cercare fortuna in Spa (che peraltro gli propongo, per spingerlo in futuro contro Marco ;) chissà con Luca in Edi se avrebbe accettato ). Scelta difficile per me, ma acconsento a ridargli Lon e a fargli costruire una flotta in Edi, prendendo subito un vantaggio decisivo come numero di flottea nord 4 anglo-francesi contro 3 russo-tedesche.
Come conseguenza nel 1905 sbando e abbandono per un pò piani di gite in Tunisia. Buon per Marco.
Autunno 1905
- non prendo Bre.
- vado via da Lon e permetto il convoglio di Giuseppe.
- stallo Luca in Edi.
- supporto Giuseppe che si riprende Nth. Un impegno massicico per portare Giuseppe a 3 e per farlo costruire.
Sono tornato buono. Inoltre perdo un'unità. Sono a 6 e con la Russia a 8 non sono certo io il pericolo maggiore sul tavolo. Entro anche in Ruhr. Diciamo che ora sono io che non voglio un'Inghilterra troppo debole. Anzi, la faccio crescere.
Primavera 1906 Appoggio Giuseppe in Olanda. Qui ancora tutto bene, perchè Giuseppe non può fare molto altro: lo marco stretto e se non fa quanto serve non campa molto.
Autunno 1906 Prendo Londra a Giuseppe. vale sempre il discorso come sopra.
1907 Qui Giuseppe ha avuto la sua vera possibilità di togliermi due centri ed andare a 5. Non so perchè non lo ha fatto. Fatto sta che non ero il più forte del tavolo sul momento. Ero a 7, con Luca a 5, Marco a 7 e Francesco forse a 8. Ah, in Autunno 1907 siamo messi in modo da far prendere a Giuseppe Norvegia e StP. Lui lo vede benissimo e sono due centri presi al leader del momento (Russia). Forse un pò questo centra.
1908 Prendiamo Nor e Stp alla Russia. Che io prenda Olanda a Giuseppe e Monaco a Luca è un atro paio di maniche (tenendo l'Olanda Giuseppe sarebbe stato a 5, ma con la possibilità di una sola costruzione. Ed è solo in questo anno che divento leader del tavolo con 9 centri, contro gli 8 di Marco.
1909 ultimo anno, dove Giuseppe può fare poco, con me che cerco di riparare al mio errore e non lo aiuto più di tanto.

Non so quando sei andato a parlare con Giuseppe per offrirgli alleanza, ma se era nel 1906, io ero a 7 centri (non , tu eri sui 5 e Francesco a 8. Chi era più avanti? Contro chi abbiamo cozzato per tutto il 1907 e 1908 (Skagerrak), prendendo poi Norvegia e Stp? Mi sembra un atteggiamento logico quello di Giuseppe nel 1906. O quanto meno posso dire di averlo convinto in questo senso.

- è vero che ho ridotto Giuseppe al lumicino, ma solo dopo che l'attacco russo tedesco era iniziato
- dici che eri neutrale, ma hai fomentato tu l'attacco a Giuseppe da parte mia (e forse anche Francesco?)
- ho "rimediato" per quanto potevo, al mio stab
- sono l'unico che gli ha offerto di poter tornare verso le sue terre ed ero l'unico a poterlo fare
- sono diventato "il più forte" solo alla fine del 1908. Fino a quel momento erano alti i leader. Quindi la volontà di Giuseppe di prendere due centri alla Russia mi pare giustificata.
- da parte mia, il tuo atteggiamento era abbastanza eloquente, quindi ho perfino rinunciato ad un centro per riguadagnarmi la fiducia di Giuseppe. Tu che hai fatto per lui a parte far passare Francesco per la Svezia verso la Norvegia, essere entrato nel mare del nord ed aver tentato di prendere Edi nel 1905?

"vita facile" un cavolo. Vita piuttosto facile l'ho avuta con Marco se vogliamo dirla tutta. Ma anche lì non ero mai sicuro. Quando ho dovuto sguarnire Gol era un azzardo (ma non essendo in vantaggio, forse Marco ha preferito concentrarsi su altro). E per fortuna non mi sono precipitato nel mediterraneo alla prima richiesta teutonica di farlo.

Alcuni pezzi del discorso sembrano sconclusionati, ma ricordate, che questa vuole essere una risposta al post di Luca che potete leggere poco sopra. Prendo spunto da lì per fare il mio discorso.
Immagine Immagine Immagine

Immagine
Alex Lebedev
Il segreto della politica? Fare un buon trattato con la Russia. - Otto von Bismarck
Rispondi